• lunedì, maggio 28, 2018

eIGOR e OpenPEPPOL il ruolo di InfoCert nei progetti europei di digitalizzazione

eIGOR and OpenPEPPOL
InfoCert
maggio16/ 2018

CON eIGOR E OPENPEPPOL LA DIGITALIZZAZIONE SI FA EUROPEA

eIGOR and OpenPEPPOL

eIGOR (eInvoicing GO Regional) e PEPPOL (Pan-European Public Procurement On-Line) sono due progetti di portata europea all’interno dei quali InfoCert è presente per collaborare, con le proprie risorse e competenze, alla diffusione a livello comunitario­­­ di servizi di fatturazione elettronica (eInvoicing) e eProcurement basati su standard condivisi da tutti i Paesi dell’Unione Europea.

eIGOR (eINVOICING GO REGIONAL)

eIGOR progetto CEF AgIDDirettiva 2014/55/UE del 16 aprile 2014 ha dato agli organismi europei di normazione il compito di definire uno standard europeo in materia di fatturazione elettronica prevedendo che, da aprile 2019, tutte le Pubbliche Amministrazione Europee debbano obbligatoriamente accettare e processare fatture elettroniche in linea con gli standard europei.

Da qui è nato il progetto eIGOR (eInvoicing GO Regional), finanziato dalla Commissione Europea per abilitare il nostro sistema di fatturazione elettronica nazionale allo scambio di fatture elettroniche conformi allo standard europeo sviluppato dal CEN (Comitato europeo di normazione).

All’interno del gruppo coordinato da AgID (Agenzia per l’Italia Digitale) sono presenti istituzioni pubbliche e partner privati, tra cui InfoCert. Tra i risultati attesi dal progetto:

  • l’aggiornamento del Sistema di Interscambio (SdI), il sistema nazionale per lo scambio di fatture elettroniche gestito dall’Agenzia delle Entrate, per garantire alle PA italiane la possibilità di ricevere fatture conformi allo standar europeo;
  • la definizione di una mappatura semantica di base per le fatture elettroniche e della relativa sintassi, selezionate dal Comitato Tecnico 434 del CEN, oltre all’implementazione di un framework di conversione;
  • l’aggiornamento della piattaforma InfoCert ‒ descritta da AgID descrive come uno dei principali operatori del mercato nazionale per la fatturazione elettronica ‒ integrando il convertitore di fattura elettronica.

Da notare che lo standard europeo è stato sviluppato in modo da poter essere utilizzato anche per la fatturazione elettronica tra imprese private (fatturazione b2b).

SdI sarà inoltre in grado di ricevere fatture elettroniche, oltre che dai tradizionali canali di trasmissione, dalla rete PEPPOL attraverso un Access Point PEPPOL.

OPENPEPPOL (PAN-EUROPEAN PUBLIC PROCUREMENT ON-LINE)

PEPPOLPEPPOL (Pan-European Public Procurement On-Line) nasce nel 2008 come progetto pilota promosso dalla Commissione Europea per individuare infrastrutture e specifiche tecniche per l’eProcurement a livello comunitario.

Dal 2012, alla conclusione del progetto, il controllo delle componenti fondamentali del sistema è passato a un’associazione internazionale senza scopo di lucro costituita in Belgio e composta da organizzazioni pubbliche e private, che ha preso il nome di OpenPEPPOL. In Italia, con la Circolare n.3 del 6 dicembre 2016, AgID ha introdotto PEPPOL come architettura di riferimento per garantire l’interoperabilità nell’e-Procurement pubblico.

Lo scopo di OpenPEPPOL è consentire alle aziende di comunicare in digitale con qualsiasi istituzione pubblica europea e scambiare documenti elettronici (ordini, note di spedizione, cataloghi, messaggi, fatture…) basati su standard nell’ambito dei processi di eProcurement, con maggiore efficienza e a costi ridotti.

Il 5 aprile 2018 InfoCert ha annunciato di aver completato con successo il percorso di certificazione come Access Point della rete PEPPOL, ingrado quindi di offrire l’accesso alla rete per lo scambio di documenti elettronici.

A tal proposito Carmine Auletta, Chief Innovation Officer di InfoCert, ha dichiarato che:

“La partecipazione di InfoCert alla rete PEPPOL rappresenta un ulteriore e importante passo verso l’evoluzione transnazionale del proprio hub di servizi Trusted che, a seguito del coinvolgimento nel progetto eIGOR (eInvoicing GO Regional) finanziato dalla Commissione Europea e coordinato da AgID (Agenzia per l’Italia Digitale), già abilitava InfoCert alla fatturazione elettronica oltre i confini Italiani con i nuovi standard di fattura europea definiti dalla Direttiva 2014/55/UE. La qualifica di Access Point della rete PEPPOL rafforza ulteriormente l’offerta di InfoCert nel mercato europeo dell’eInvoicing in vista degli obblighi di fatturazione B2B che presto interesseranno tutti gli Stati membri dell’UE”.

16 maggio 2018

InfoCert

InfoCert, Gruppo Tecnoinvestimenti, è leader del mercato italiano dei servizi di digitalizzazione e dematerializzazione nonché una delle principali Certification Authority a livello europeo per i servizi di Posta Elettronica Certificata, Firma Digitale e per la conservazione digitale dei documenti. InfoCert è gestore accreditato AgID dell’identità digitale di cittadini e imprese nell’ambito di SPID (Sistema Pubblico per la gestione dell’Identità Digitale). InfoCert sta espandendo le sue attività internazionalmente e nel 2016 ha venduto i suoi servizi di trasformazione digitale in oltre dieci stati esteri.

Dicci cosa ne pensi