• venerdì, aprile 27, 2018

I nuovi servizi a vantaggio del cliente realizzabili grazie alla PSD2

PSD2
InfoCert
marzo28/ 2018

CON LE TECNOLOGIE DIGITALI SOLUZIONI ALTERNATIVE ED ECONOMICAMENTE VANTAGGIOSE A BENEFICIO DEGLI UTENTI

PSD2

Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del Decreto Legislativo 15 dicembre 2017 (che ha recepito la Direttiva UE 2015/2366), dal 13 gennaio 2018 la PSD2 (Payment Service Directive 2) è ufficialmente entrata in vigore stabilendo nuove regole relativamente ai servizi di pagamento nel mercato interno.

L’obiettivo è liberalizzare il mercato dei pagamenti europeo, stimolando un aumento della concorrenza a beneficio di imprese e cittadini. Le tecnologie digitali e le soluzioni alternative ed economicamente vantaggiose che da esse derivano costituiscono gli strumenti con cui raggiungere lo scopo. D’altra parte, la necessità di digitalizzare, per chi ancora non lo avesse fatto, risulta evidente se pensiamo che nel corso del 2017 il numero di pagamenti digitali nell’Unione Europea è aumentato dell’8,5% (+122 miliardi di euro).

NOVITÀ E VANTAGGI PER GLI UTENTI FINALI

customersPer quanto riguarda gli utenti finali, la PSD2 sancisce un principio importante: il passaggio del possesso dei dati dalla banca al cliente bancario, che può decidere liberamente come utilizzarli.

Un cliente potrà quindi rivolgersi a uno dei nuovi operatori introdotti dalla PSD2, PISP (Payment Initiation Service Provider) e AISP (Account Information Service Provider), e consentir loro di accedere ai propri conti correnti bancari per usufruire di svariati servizi: effettuare pagamenti online senza dover utilizzare carte di pagamento o bonifici istantanei, richiedere prestiti, investire in titoli e azioni.

LEGGI ANCHE: “I vantaggi del digitale per le Società di Intermediazione Mobiliare e i loro clienti”

Grazie alla condivisione da parte delle banche delle proprie API (interfaccia di programmazione di un’applicazione) gli sviluppatori impegnati nelle aziende IT potranno creare applicazioni, nuove piattaforme e soluzioni sempre più specifiche, in grado di aprire le porte a un’esperienza utente sempre più semplice e integrata.

Applicazioni di instant payment apriranno a risparmi sulle commissioni dei circuiti delle carte di debito e credito.

IN CHE MODO LE BANCHE FAREBBERO BENE A MUOVERSI?

Non sono poche le novità che le banche dovranno affrontare e cercare di sfruttare a proprio vantaggio per non perdere terreno nei confronti dei nuovi operatori introdotti dalla PSD2. Limitarsi a rispondere passivamente ai nuovi obblighi normativi imposti dalla normativa non è una buona strategia.

Ad avvantaggiarsi del nuovo scenario saranno gli Istituti di Credito che sapranno vedere la PSD2 come un’opportunità e innovare i servizi offerti alla clientela giocando da sé il ruolo di PISP e AISP.

L’esempio da seguire è quello offerto da aziende quali Amazon, Apple, Facebook che stanno sviluppando al loro interno servizi simili a quelli offerti dalle banche ma con una migliore user experience e sulla base di un rapporto più diretto con consumatori e PMI.

La PSD2 è l’ennesimo segnale che avverte le banche sulla impellente necessità di investire, con la realizzazione e implementazione di nuovi processi e servizi, sulla trasformazione digitale.

28 marzo 2018

SCOPRI INFOCERT TOP

InfoCert Trusted Onboarding Platform

Richiedi informazioni

InfoCert

InfoCert, Gruppo Tecnoinvestimenti, è leader del mercato italiano dei servizi di digitalizzazione e dematerializzazione nonché una delle principali Certification Authority a livello europeo per i servizi di Posta Elettronica Certificata, Firma Digitale e per la conservazione digitale dei documenti. InfoCert è gestore accreditato AgID dell’identità digitale di cittadini e imprese nell’ambito di SPID (Sistema Pubblico per la gestione dell’Identità Digitale). InfoCert sta espandendo le sue attività internazionalmente e nel 2016 ha venduto i suoi servizi di trasformazione digitale in oltre dieci stati esteri.

Dicci cosa ne pensi