• lunedì, settembre 24, 2018

Ottenere una CNS online, da oggi possibile con Riconoscimento Web

DA OGGI INFOCERT PERMETTE DI OTTENERE UNA CNS SENZA BISOGNO DI RECARSI PRESSO UNO DEGLI SPORTELLI ABILITATI DELLA PROPRIA REGIONE O UNA DELLE CAMERE DI COMMERCIO

Grazie a InfoCert da oggi diventa possibile ottenere una CNS utile per l’accesso a qualunque servizio online della PA con una procedura completamente digitale in circa 15 min.

Di fatto, grazie al Riconoscimento Web, InfoCert è oggi l’unico soggetto in Italia che permette di ottenere una CNS senza bisogno di recarsi di persona presso uno degli sportelli abilitati della propria Regione di appartenenza o presso una delle Camere di Commercio presenti sul territorio.

CNS, CIE E SPID, QUALI DIFFERENZE?

La Carta Nazionale dei Servizi (CNS) rappresenta uno degli strumenti utili per l’accesso online a numerosi servizi offerti dalla Pubblica Amministrazione sui propri portali e siti web. Lo stesso può esser fatto utilizzando SPID o la Carta di Identità Elettronica (CIE) ma, benché condividano tale funzionalità CNS, CIE e SPID restano strumenti in parte diversi e non del tutto interscambiabili. Vediamo quindi più in dettaglio ognuno di loro per capirne le peculiarità.

CARTA NAZIONALE DEI SERVIZI (CNS)

Una Carta Nazionale dei Servizi o CNS è una carta dotata di microprocessore contenente un certificato di autenticazione che permette di identificarne il titolare e assicurare l’autenticità delle informazioni a lui associate.

La CNS ha fatto il suo esordio in Italia nei primi anni del 2000, spinta da alcune Regioni italiane che volevano uno strumento di rapida diffusione.

Possiamo considerarla come uno standard di riferimento per vari tipi di carte, che possono essere emesse da enti diversi. La Tessera Sanitaria dotata di chip dorato (per il cui utilizzo come CNS è necessaria l’attivazione presso uno degli sportelli abilitati della propria regione di appartenenza), i tesserini Modello ATe di vari ministeri, i tesserini rilasciati agli studenti da alcune università e le carte rilasciate dalle Camere di Commercio come strumento di firma per le imprese ed i professionisti sono tutti esempi di CNS.

Da oggi InfoCert offre a cittadini e professionisti delle soluzioni di firma digitale, Smart Card e Business Key, che contengono al loro interno un Certificato CNS oltre che un Certificato di Sottoscrizione.

Così, attraverso le proprie soluzioni di firma digitale con Certificato CNS, InfoCert permette non solo di firmare digitalmente atti e documenti informatici  ma anche di accedere a servizi quali:

  • Visura ordinaria, visura storica, visura artigiana e scheda società;
  • Modello di dichiarazione sostitutiva del certificato Registro Imprese;
  • Statuti, atti e bilanci depositati;
  • Situazione dei pagamenti del diritto annuale;
  • Stato pratiche Registro Imprese (trasparenza amministrativa).

La CNS installata sul dispositivo permette inoltre l’accesso diretto al sito http://www.impresa.gov.it, portale per le imprese che raggruppa molti dei servizi che le Pubbliche Amministrazioni forniscono via Internet.

SCOPRI DI PIÙ SU: “Firma Digitale e Marche Temporali InfoCert”

CARTA DI IDENTITÀ ELETTRONICA (CIE)

La Carta di Identità Elettronica (CIE), a differenza della CNS, costituisce un vero e proprio documento di identità in grado di rimpiazzare la carta di identità cartacea nelle nazioni dell’Unione Europea e sostituire il passaporto per il transito in molti altri Stati.

È emessa dai comuni, sotto il controllo del Ministero dell’Interno, e più sicura rispetto a un documento di identità cartaceo poiché dotata di un microchip con informazioni protette attraverso i più recenti standard di cifratura.

A livello informatico, per quanto riguarda la possibilità e la modalità di accesso ai servizi online della Pubblica Amministrazione, tra CIE e CNS vi è piena corrispondenza, che ne assicura la perfetta interoperabilità

SISTEMA PUBBLICO DI IDENTITÀ DIGITALE (SPID)

A differenza di CIE e CNS, il Sistema Pubblico di Identità Digitale (SPID) permette di accedere ai servizi online della PA anche da tablet e smartphone poiché in questo caso non è necessario un lettore smart card, che andrebbe collegato necessariamente a un PC. Disponibile come app mobile, SPID è quindi più versatile come sistema di autenticazione.

Tuttavia, esistono diversi servizi della Pubblica Amministrazione che richiedono espressamente l’accesso tramite una CNS.

Inoltre, benché attualmente siano attivi un solo due livelli di sicurezza, via via che nuovi servizi arriveranno, l’autenticazione con SPID si declinerà in tre distinti livelli di sicurezza delle credenziali. Credenziali differenti e ulteriori in base al livello di sicurezza richiesto per l’accesso:

  • Il primo livello prevede l’autenticazione tramite nome utente e password stabiliti dall’utente;
  • Il secondo livello prevede l’autenticazione tramite un codice temporaneo di accesso (one time password), in aggiunta all’inserimento di nome utente e password;
  • Il terzo livello, oltre al nome utente e la password, richiederà un supporto fisico, ad esempio una smart card (il che richiamerebbe in causa CIE e CNS) per l’identificazione.

CIE e CNS entrano in gioco anche in fase di richiesta delle credenziali SPID. Per rilasciare l’identità digitale gli Identity Provider devono infatti identificare con certezza il soggetto richiedente. Chi possiede già una Carta di Identità Elettronica o una Carta Nazionale dei Servizi può usare queste per identificarsi, completare la richiesta online e, quindi, per ottenere SPID gratis e in pochi minuti.

SCOPRI DI PIÙ SU: “InfoCert ID: La tua Chiave di accesso alla PA online”

11 luglio 2018

AUTENTICAZIONE AI SITI INTERNET CON CERTIFICATO DI AUTENTICAZIONE CNS

scopri la guida »

Dicci cosa ne pensi