Our Digital Trust. Your Business Value. | Our Group: Logo InfoCert Logo Camerfirma Logo Sixtema
DF Magazine: Digital Future Magazine Local editions: italian flag luxembourgish flag
  • sabato, Maggio 8, 2021

Identità digitale self-sovereign, vLEI come standard di identificazione nel network InfoCert DIZME

vLEI come standard di identificazione per DIZME
vLEI come standard di identificazione per DIZME

Nel 2020, in seguito a una serie di iniziative di ricerca, la GLEIF (Global Legal Entity Identifier Foundation) ha invitato una serie di stakeholder che operano nel mondo dell’economia digitale a impegnarsi in un programma di sviluppo intersettoriale per supportare a livello globale la diffusione dei vLEI o LEI verificabili, sistemi di credenziali verificabili a livello digitale contenenti i LEI (Legal Entity Identifiers).

Non perderti i prossimi articoli, iscriviti alla newsletter!

InfoCert, già LOU (Local Operating Unit) autorizzata da GLEIF, adotterà i vLEI come standard di identificazione all’interno del proprio ecosistema DIZME, la piattaforma decentralizzata di identità digitale basata su Blockchain.

GLEIF e LEI

I LEI sono codici che permettono di identificare in modo chiaro e univoco le persone giuridiche coinvolte in una transazione finanziaria. Ogni codice LEI contiene informazioni riguardanti l’assetto proprietario del soggetto giuridico a cui viene rilasciato.

Le LOU o LEI issuer, di cui InfoCert rappresenta un esempio, sono le organizzazioni accreditate dalla GLEIF e autorizzate ad emettere codici LEI a favore delle persone giuridiche. Una LOU ha il compito di fornire servizi di registrazione e rinnovo e interfacciarsi con le persone giuridiche che desiderano ottenere un LEI.

La GLEIF è invece una organizzazione sovranazionale senza scopo di lucro istituita dal Financial Stability Board, nel giugno del 2014, con l’obiettivo di promuovere l’implementazione e l’utilizzo dei LEI a livello internazionale.

Scopri di più su: InfoCert LEI (Legal Entity Identifier) – InfoCert.digital

vLEI

Il programma lanciato dalla GLEIF per la promozione dei vLEI mira alla creazione di un ecosistema, un quadro di governance delle credenziali e un’infrastruttura di supporto tecnico per i vLEI: credenziali verificabili crittograficamente secondo gli standard W3C, contenenti i LEI.

Questi permetteranno di estendere il sistema dei LEI per creare un servizio completamente digitale e in grado di abilitare una verifica dell’identità immediata e automatica tra controparti operanti in tutti i settori economici, a livello globale.

Attraverso i vLEI, aziende, organizzazioni governative e altre persone giuridiche in tutto il mondo avranno la possibilità di identificarsi in modo inoppugnabile, anche al di fuori dei mercati finanziari, per svolgere un numero crescente di attività in modalità digitale, quali:

  • l’approvazione di transazioni e contratti,
  • l’acquisizione di nuovi clienti,
  • transazioni nell’ambito di reti di catene logistiche e import/export,
  • l’invio di relazioni e prospetti informativi agli organi normativi.

Inoltre, la verifica dell’identità giuridica delle entità legali dotate di vLEI sarà automaticamente estesa anche alle persone fisiche che coprono ruoli di interesse all’interno di tali entità.

Leggi anche: “Da maggio 2020 InfoCert è ufficialmente un Legal Entity Identifier (LEI) Issuer

DIZME

DIZME può essere inteso come un network di servizi che riunisce Organizzazioni e utenti

Le Organizzazioni possono ricoprire il ruolo di Issuer (che prevede la generazione e il rilascio di credenziali digitali verificabili agli utenti) o il ruolo di Verifier (che consiste nella verifica di una o più credenziali digitali, rilasciate da uno o più Issuer, per dare accesso a un servizio, un bene , una risorsa, ecc.).

Gli utenti possono accedere ai servizi digitali forniti dalle Organizzazioni che partecipano al network attraverso le credenziali rilasciate dagli Issuer e conservate all’interno di un wallet sul proprio smartphone Android o iOS.

Il network costituito da DIZME è basato su Blockchain e sul framework SOVRIN. Ciò fa si che gli utenti su DIZME abbiano il pieno controllo sulle proprie credenziali, non più gestite e conservate da aziende o soggetti terzi, ma generate e custodite all’interno del wallet che ogni utente custodisce sul proprio dispositivo.

Leggi anche: “Health Checker, la soluzione per il rientro in azienda post Covid-19

DIZME + vLEI

“Siamo convinti che il vLEI costituisca un’incredibile opportunità di crescita per l’intero settore ‘B2B’ a livello globale e per questo abbiamo risposto con entusiasmo all’iniziativa promossa dal GLEIF. Le ‘verifiable credential’ sono già alla base del modello DIZME e il vLEI ne costituisce un’estensione naturale, che consentirà di aggiungere un ulteriore livello di trust alla nostra piattaforma nel suo complesso”

Daniele Citterio – CTO di InfoCert

Implementando il vLEI in DIZME, InfoCert potrà verificare istantaneamente l’identità giuridica sia degli Issuer – i partner che contribuiscono alla crescita del network con i propri set di credenziali – sia dei Verifier – le terze parti che utilizzano tali credenziali all’interno dei propri processi. Ma non è tutto.

Operando in sinergia con Innolva, altra società del Gruppo Tinexta e leader da oltre 30 anni nei servizi di Credit & Information management in ambito corporate e finanziario,  InfoCert integrerà nei “DIZME vLEI” una serie di informazioni di dettaglio – ad esempio creditizie, immobiliari, pregiudizievoli, oppure relative ai poteri di firma – che potranno a loro volta dar vita a nuovi modelli di business.

InfoCert

Leading company in the field of Qualified Trusted Solutions, helping organizations digitize every business process with simple, efficient and state-of-play management solutions.

Dicci cosa ne pensi