GeoSign, la firma digitale georeferenziata, a supporto della sicurezza sul lavoro

sicurezza sul lavoro

In Italia il problema degli infortuni sul lavoro ha ricevuto una attenzione via via crescente nel corso degli ultimi 15 anni ma il fenomeno resta ancora oggi particolarmente grave.

I numerosi casi di infortuni registrati ogni giorno evidenziano la necessità di investire nel campo della sicurezza sul lavoro creando nuove regole e misure utili a contenere i rischi, ma anche adottando nuovi strumenti che aiutino a garantire che tali norme e misure di sicurezza siano realmente e correttamente applicate e rispettate.

INFORTUNI E MALATTIE PROFESSIONALI, I NUMERI DELL’AGENZIA EUROPEA PER LA SICUREZZA E LA SALUTE SUL LAVORO

Nel solo primo semestre del 2019 si contano già 323.831 casi di infortunio e 482 incidenti mortali sul posto di lavoro.

Un Rapporto scientifico dell’UE-OSHA (Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro), presentato a Singapore in occasione del 21° Congresso mondiale sulla salute e sicurezza sul lavoro, stima che il costo di infortuni e malattie contratte sul lavoro, a livello mondiale, ammonti a 2.680 miliardi di euro l’anno, una cifra pari al 3,9% del PIL globale. Il costo per l’Europea è di 476 miliardi di euro l’anno (3,3% del PIL).

Non vogliamo ridurre il tema della sicurezza sul lavoro a una questione puramente economica, ma questi dati dovrebbero almeno far riflettere quanti vedono nella stessa un costo da contenere (ad esempio, seguendo la logica del massimo ribasso nella gestione di una gara di appalto) anziché un investimento utile a prevenire perdite non solo economiche.

Occorre quindi rafforzare i controlli e le attività ispettive, intervenire per consentire agli ispettori di operare efficacemente anche grazie a nuovi strumenti.

INFOCERT GEOSIGN A SUPPORTO DEI CONTROLLI SUI SISTEMI DI SICUREZZA IN CANTIERI E IMPIANTI INDUSTRIALI

GeoSign è la soluzione proposta da InfoCert che, installata su smartphone, tablet o computer, permette di firmare digitalmente un qualunque documento elettronico (immagine, file di testo, file audio o video) con una firma digitale georeferenziata, che certifica luogo e momento esatto in cui il documento è stato firmato.

Alla certezza di luogo e momento della sottoscrizione si sommano le garanzie di autenticità (la garanzia che il documento è originale), paternità (la certezza di sapere chi ha firmato il documento), integrità (la garanzia che il documento non sia stato modificato dopo essere stato firmato) proprie della firma digitale.

Per capire meglio quali sono le possibili applicazioni di GeoSign per la sicurezza sul lavoro, proponiamo due esempi concreti.

APPLICAZIONI DI GEOSIGN ALLA SICUREZZA SUL LAVORO, DUE ESEMPI CONCRETI CANTIERI EDILI

I cantieri edili rappresentano ancora oggi uno tra i luoghi di lavoro maggiormente esposti a rischi e al verificarsi di incidenti e infortuni, anche mortali.

  • Un primo strumento utile a contenere tali rischi è il cosiddetto Piano Operativo di Sicurezza (POS), un documento che deve essere redatto dal titolare della società che si occupa dei lavori e deve obbligatoriamente contenere una serie di dati, tra cui l’elenco di ponteggi, macchine, impianti e sostanze eventualmente pericolose utilizzati all’interno del sito nonché l’ elenco dei dispositivi di protezione individuale forniti ai lavoratori.
  • Un secondo strumento è rappresentato dal Piano di Sicurezza e Coordinamento (PSC), una relazione tecnica redatta dal Coordinatore per la progettazione o esecuzione di un’opera su richiesta del committente. Il redattore deve essere un ingegnere, un geometra o un architetto, che attraverso il PSC potrà effettuare una valutazione dei rischi a cui potrebbero essere esposti i lavoratori all’interno del cantiere e delle azioni necessarie per la loro messa in sicurezza.

LAVORI A RISCHIO DI RILASCIO DI ENERGIA

Nel settore Energy, il rilascio d’energia durante interventi di manutenzione su macchine e impianti è spesso causa di gravi infortuni. Perciò sono state definite metodologie e procedure per i cosiddetti Lavori a rischio di Rilascio d’Energia (LRE) che, durante la loro esecuzione comportano il rischio di rilascio d’energia di vario tipo: cinetica, idraulica, pneumatica, elettrica, ecc.

Le buone prassi per la gestione dei LRE prevedono l’emissione di uno specifico Permesso di Lavoro (PdL) per l’esecuzione degli stessi, un documento che:

  • deve contenere una checklist con informazioni su ogni probabile rischio concretizzabile e sulle misure preventive e protettive da adottare prima, durante e dopo ogni intervento;
  • terminati i lavori nell’area interessata, permette di assicurare il completo ripristino delle condizioni di sicurezza necessarie per ripartire con le normali attività o, viceversa, attesta la necessità di richiedere un’estensione temporale dello stesso PdL per concludere i lavori.

Prima di eseguire i lavori a rischio di rilascio d’energia, il responsabile del rilascio del PdL dovrà verificare che l’area interessata dai lavori sia stata resa sicura adottando le misure di sicurezza previste e che di tali misure siano a conoscenza gli incaricati dell’esecuzione dei lavori.

***

All’interno di un cantiere edile GeoSign permette di creare e compilare digitalmente sia il Piano Operativo di Sicurezza che il Piano di Sicurezza e Coordinamento, allegare evidenze (foto o video) dei sistemi di sicurezza presenti e del loro stato, garantire l’identità e la qualifica del redattore.

Allo stesso modo, con GeoSign, il responsabile del rilascio di un Permesso di Lavoro per l’esecuzione di lavori a rischio di rilascio d’energia potrà verificare la messa in sicurezza dell’area interessata a inizio e fine lavori.

All’incaricato dei controlli su misure e dispositivi di sicurezza basteranno pochi minuti per:

  • accedere all’app, tramite autenticazione sicura, da smartphone o tablet;
  • raccogliere informazioni e evidenze (foto e/o video) georeferenziate dei dispositivi e delle misure di sicurezza presenti sull’area ispezionata;
  • compilare digitalmente il documento (POS, PSC, PdL, ecc.) allegando le evidenze raccolte;
  • firmare digitalmente il tutto per garantirne integrità, paternità, autenticità, la sua effettiva presenza sul luogo dell’ispezione e lo stato dell’area ispezionata in quel preciso momento.

Per questo, che si tratti di uffici, cantieri, fabbriche o impianti industriali, GeoSign può rappresentare un utile ed efficace strumento a supporto della sicurezza di operai e lavoratori.

15/11/2019

Non perderti i prossimi articoli, iscriviti alla newsletter!


InfoCert Facebook  InfoCert Linkedin  InfoCert Twitter  InfoCert Youtube  InfoCert SlideShare  InfoCert Instagram

Newsletter

Ricevi articoli e ultime novità dal Futuro Digitale, mese per mese via e-mail

I tuoi dati personali saranno trattati per la sola finalità di erogazione del servizio da te richiesto, come specificato nella "Privacy Policy – Acquisti senza registrazione”, pubblicata nella pagina “Documentazione”, sul sito www.infocert.it, che ti invitiamo a consultare.

Chiedi all’esperto!
Archivio Articoli